Il fiume Savuto e la Sila, dalle guerre puniche ad oggi

“Una storia antica che nasce sin dalla notte dei tempi”

La Sila, sin dalla notte dei tempi è un luogo ricco di storia e di fascino. Nei territori silani, immensi e ricchi di rigogliosa vegetazione boschiva, da sempre la storia zampilla da ogni angolazione. Ad attestare l’importanza culturale e storica di queste località sono alcune infrastrutture che ancora oggi resistono al tempo.

Ponti romani dalla rara bellezza, centri storici, dove antichi portali si intersecano tra le abitazioni, borghi in pietra, mulini e alberi secolari: opere che dimostrano l’importanza, spesso determinante, di questi territori per le antiche popolazioni che vi abitavano.

Il fiume Savuto rappresenta un tassello importante per la Sila e per l’intera vallata del Savuto. Come un serpente scorre su anfratti, dove il tempo sembra essersi fermato, e rende fertili i terreni, conquistati dal sul passaggio. Ebbe un ruolo di notevole importanza anche durante le guerre puniche. 

Ricordiamo che, grazie alle sue acque, veniva trasportato dalla Sila la maggior parte del legname, utilizzato dai romani per la costruzione di navi, impegnate nelle tre guerre contro Cartagine (tra il III e il II secolo a.C.). Il fiume era considerato dal punto di vista strategico di estrema importanza, e diverse fonti narrano di accampamenti romani lungo il suo percorso, per difenderlo da possibili attacchi nemici. Navigabile un tempo per ben 48 km, permetteva spostamenti veloci dalla Sila sino al mar Tirreno. Ancora oggi, lungo il suo corso, si intravedono i resti romani.

Di Omar Falvo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come trovarci

SilaBooking.it è un portale detenuto dall’azienda Master Dream di Erika Sabato. Master Dream è un Tour Operator e Property Manager con sede a Cosenza in Via Don G. Mauro, 2.

Seguici su…